La meditazione sul Cuore

Meditazione sul cuore

Quando sentiamo del dolore, anche dentro di noi, qualsiasi cosa che sentiamo di pesante, scuro, invece di eliminarlo cerchiamo di diventare amici, lo prendiamo nel cuore.

Provate a sentire una zona fisica o emozione o pensiero e come fosse una zona fisica la inspirate dentro il cuore, come ci fosse un buchino che lo porta al cuore.

Una volta entrata il cuore lo trasforma e gli ridà energia amorevole e luminosa.
Questo è già quello che fa il cuore, che prende l’energia sporca, pesante, scura che chiamiamo anidride carbonica, la trasforma e rimanda in giro ossigeno, nutrienti.
Il cuore è la grande pietra filosofale che trasforma il piombo in oro.

I mistici sono riusciti ad attivare il cuore e a trasformare il dolore in opportunità di crescita.
Cominciate a attorno al cuore, respirate questo nero nel cuore e ridategli luce.
Cominciate piano piano a sentire che la gola si alleggerisce un po’, che la schiena o stomaco di alleggerisce, diventa più luminosa, che se avete dolore o tristezza si alleggerisce
Fatelo con amorevolezza, senza sforzo.

Non abbiate paura, non siate stitici, non siate avari.

Fate circolare l’energia scura e pesante, rimasta rifiutata, giudicata, dimenticata dalla coscienza; fatela diventare parte di voi e da rifiuto diventa risorsa.


Sentitevi, questo è il cuore, una coscienza trasformativa, l’amore come coerenza che dà unità a tutto il corpo, una fonte inesauribile che prende il negativo e da il positivo.

Sentitevi tutti interi, come se il cuore abbracciasse tutto il corpo
Cominciate a sentire chi siete, in questo silenzio, in questo spazio di profonda coerenza.

In questo spazio profondo chiediamoci “Chi siamo”?

DOve SIamo

Via Quintavalla 20
43044 Collecchio (PR)

I NOSTRI RECAPITI

Andrea Ditadi:   3292656801

T. Matteo Fanti: 3283438771

Scroll to Top